Come eliminare definitivamente i tarli

21 giugno 2016
Commenti 0
21 giugno 2016, Commenti 0

Piccola guida fai-da-te per eliminare i fastidiosi tarli dai mobili in legno e per riparare i mobili già danneggiati.

Cosa sono i tarli

I tarli sono dei piccoli insetti che si nutrono di legno, quasi invisibili, ma la loro azione sui mobili e sul legno in generale ha effetti decisamente antiestetici e spesso strutturali.

Devi prevenire il più possibile che prolifichino, creando condizioni sfavorevoli perché non si annidino da nessuna parte, oppure intervenire energicamente una volta che ti rendi conto che il tuo amato mobile è stato attaccato.

Rimedi naturali

Esistono vari rimedi naturali che, se mantenuti con impegno e costanza, riescono a prevenire l’annidarsi di tarli:

  • Lavanda: gli insetti non amano il suo profumo e mettere dei sacchetti di lavanda nei mobili li tiene lontani.
  • Eucalipto: sgradito ai tarli, è buona norma passare periodicamente un panno imbevuto della sua essenza sulle superfici, compresi i punti più nascosti e meno raggiungibili.
  • Congelatore: i tarli non sopravvivono al freddo, amano temperature intorno ai 22°. Se smontando il mobile, puoi inserire la parte tarlata (come una cipolla del mobile, o un’anta) nel congelatore, il sistema è efficace, ma bisogna considerare anche i danni che questo trattamento potrebbe procurare al legno.eliminare tarli dai mobili in legno

Risanare i mobili rovinati dai tarli

Può accadere che non si possa prevenire, e allora che fare con i mobili rovinati dai tarli?

Noi consigliamo MITOS, una soluzione studiata per l’eliminazione definitiva di tarli e parassiti anche in fase preliminare. E’ un curativo per il legno contaminato ed un preservante per il legno sano.

Una volta applicato (iniettato con siringa o applicato con pennello), penetra in profondità e protegge la naturale bellezza del legno grezzo o verniciato.
Asciuga velocemente, non macchia e non intacca l’eventuale vernice con cui è trattato il legno.

Inoltre non lascia tracce sulla superficie trattata ed è anche leggermente profumato. Potrai utilizzarlo per il trattamento di mobili, porte, finestre, persiane, parquet e per tutto il legno in generale.
Ti consigliamo di applicare 1 o 2 mani di prodotto e comunque fino alla certa eliminazione dei tarli.
Nel caso in cui l’applicazione dell’antitarlo non elimini il problema, prova ad applicare il prodotto in abbondanza oppure, se possibile, ad applicarlo per assorbimento immergendo l’oggetto di legno in un contenitore con l’antitarlo. Copri l’oggetto tarlato con un telo di plastica per evitare che l’antitarlo evapori e lascialo coperto per 2/3 giorni. Per casi particolari, ripeti l’operazione dopo qualche giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *